Convenzione Comune di Comiso

Il Centro di assistenza e di ascolto per i malati di Alzheimer è situato a Comiso in via A. Gramsci 4. Con il servizio di assistenza l'utente è supportato nel mantenimento delle proprie abilità ed autonomie da personale specializzato; con il servizio di ascolto si fornisce sostegno psicologico ai parenti che prestano le cure e che spesso risultano vittime di stress. Attraverso seminari e corsi di formazione si attuano  interventi di sensibilizzazione e prevenzione della malattia rivolti alla comunità nonché supporto pratico e psicologico rivolto alle famiglie.

Il Centro si rivolge a:
  1. Ammalati di Alzheimer con interventi volti a:
    • apportare benefici nella vita quotidiana
    • sostenere il più a lungo possibile l'autonomia del paziente
    • stabilire compiti semplici e potenziare le abilità residue degli utenti
  2. Familiari impegnati nella cura della persona malata con interventi volti a favorire:
    • il sostegno psicologico
    • la formazione necessaria per affrontare la malattia
    • autodeterminazione della persona e della famiglia
  3. Comunità locale con interventi volti a favorire interventi di sensibilizzazione al fenomeno attraverso seminari e corsi di formazione

Il Centro del Servizio di assistenza e di ascolto per malati di Alzheimer ha le seguenti finalità:
  • contrastare l'istituzionalizzazione del malato di Alzheimer
  • prevenire situazioni di bisogno e rimuovere, episodi di emarginazione e di disagio, favorendo il mantenimento dell'utente nel proprio nucleo familiare
  • garantire alle persone con disabilità un percorso volto a favorirne l’autonomia, il recupero e l’integrazione sociale, in linea con legge n. 104/92, promuovendo quei servizi che consentono di stimolare le loro potenzialità oltre che di migliorare la qualità della vita sia del malato che della sua famiglia
  • offrire occasioni di divertimento, di svago, di gioco, di attività di socializzazione e sostegno
  • offrire occasioni di tipo socio-ricreativo
  • supportare in modo adeguato le famiglie coinvolgendole, ove possibile, nell'attività socio-educativa
  • sostituire per alcune ore al giorno la famiglia nel compito di seguire e accudire il malato di alzheimer

 

Il Centro ricreativo e di socializzazione per minori è situato a Comiso in via A. Gramsci 4. Il Centro Giovanile si caratterizza quale luogo di aggregazione per Minori in età scolare, che vivono situazioni di disagio. Il servizio offre spazi e luoghi a sostegno della crescita e dello sviluppo dei minori e dei giovani aiutandoli anche a vivere la dimensione di “Comunità”. Il Centro è una struttura con caratteristiche di notevole flessibilità al cui interno si organizzano interventi di sostegno educativo, scolastico e laboratori di attività espressive.

Il Servizio si rivolge a:
  • Minori in età scolare che sono in situazioni di disagio con interventi volti a:
    • Prevenire situazioni di rischio e limitare il disagio conclamato
    • Prevenire e ridurre la dispersione scolastica e la devianza minorile
    • Organizzare qualitativamente e costruttivamente il tempo libero
    • Favorire la socializzazione e l'associazionismo fra i minori
    • oporre modelli educativi positivi
  • Famiglie dei minori stessi con interventi volti a favorire:
    • la ricostruzione delle competenze educative della famiglia
    • il sostegno delle famiglie dei minori mirati al rafforzamento del ruolo genitoriale
    • il coinvolgimento attivo delle famiglie dei minori attraverso azioni volte a sostenere il ruolo  genitoriale
  • Tutta la Comunità locale con interventi volti a:
    • lmigliorare qualitativamente i servizi all'infanzia ed all'adolescenza, pubblici e privati, presenti nel  Comune di Comiso
    • sollecitare una reale cultura dei diritti.

 

Il Centro ricreativo e di socializzazione, è situato a Comiso in via Canicarao 5/A ed è una struttura che agisce per lo sviluppo di capacità cognitive, il mantenimento dei livelli di autonomia raggiunti e di ogni possibile integrazione sociale per i soggetti che lo frequentano.

Per questo motivo, basa il suo lavoro sul contatto con il territorio e la collaborazione con le strutture pubbliche e i servizi assistenziali sociali del territorio per la stesura, la messa in atto e la verifica dei progetti educativi individualizzati per ogni utente.

La struttura ospita disabili di ogni età ed ogni altro soggetto con problematiche psico-fisiche segnalato dai servizi sociali del Comune di Comiso;

Le attività del Centro sono strutturate in tre percorsi, osservazione, socializzazione e autonomia, che si differenziano in base alla tipologia di handicap presentata dall’utente, ed alla fase di inserimento in cui si trova.

1 - OSSERVAZIONE: tutti gli utenti sono inseriti in questo percorso al momento del loro ingresso per una valutazione iniziale delle loro abilità di base ed il successivo orientamento verso gli altri settori del Centro o contesti educativi diversi.

2 - AUTONOMIA: qui sono inseriti quegli utenti che, essendo in possesso di un buon livello di autonomia personale, possono svolgere un programma volto al mantenimento ed alla promozione delle abilità sociali.

3 - SOCIALIZZAZIONE: gli utenti con maggiore compromissione delle abilità di base sono inseriti nel percorso della socializzazione volto al recupero ed alla autonomia personale e delle capacità comunicative.

Obiettivi:

La frequenza quotidiana in una realtà diversa da quella domestica quale il Centro ricreativo e di socializzazione favorisce il mantenimento e lo sviluppo di alcune abilità personali da parte dell’utente. Tali abilità sono relative alla capacità di costruire relazioni significative con altre persone con le quali condividere esperienze di vita quotidiana, all’accettazione di norme comuni e attuazione di comportamenti socialmente adeguati, alla crescita interiore e definizione dell’identità, che derivano dall’interazione con gli altri. Gli obiettivi di tale percorso di sviluppo sono quindi da ricercare in un più facile inserimento della persona nel contesto sociale allargato, attraverso l’acquisizione di:

Progetti Individualizzati: ogni utente inserito nel Centro di Socializzazione segue un percorso personalizzato progettato in base alle notizie relative al precedente percorso educativo ed all’iniziale verifica delle capacità e potenzialità soggettive. Nel Progetto Individualizzato vengono stabiliti gli obiettivi generali per la singola persona e per le specifiche attività attraverso le quali ci si propone di raggiungerli.

Le finalità educative che si intendono perseguire all'interno dell' Atelier sono:

  • Acquisire una maggiore autonomia sia sul piano personale che sul piano sociale;
  • Sviluppare e stimolare le abilità cognitive esistenti o latenti;
  • Promuovere la consapevolezza del proprio sé come persona in grado di fare e di creare;
  • Sviluppare relazioni significative e attenzione per l'Altro;
  • Incrementare i momenti di socializzazione e di integrazione con il Territorio;

Per il raggiungimento di tali finalità le attività svolte sono:

  • Attività cognitive che vogliono far apprendere conoscenze utili o funzionali al processo formativo;
  • Attività formative sociali finalizzate all'acquisizione di competenze sociali in funzione del miglioramento della propria integrazione sociale e all'utilizzo più autonomo delle risorse del territorio;
  • Attività socio-occupazionale, volte a favorire la sperimentazione e l'osservazione in ambito produttivo in collaborazione con strutture produttive del Territorio;
  • Attività Socio-psico-motorie;
  • Attività atte a migliorare le competenze di tipo relazionale ed interpersonale, anche attraverso attività di gruppo;
  • Attività ricreative: proiettate all'esterno e tese a favorire l'accesso in modo autonomo della persona alle varie opportunità ( gite giornaliere);
  • Attività che favoriscano il mantenimento delle abilità raggiunte;
  • Attività rivolte al territorio ed alla Comunità finalizzate alla costruzione di processi collaborativi e alla diffusione della cultura della diversità anche attraverso stipula di convenzioni che ogni anno vengono rinnovate e arricchite e che permettono ai ragazzi una migliore e più stretta integrazione col territorio;
  • Musicoterapia;
  • Consulenza e piani di intervento di pedagogia clinica;

Il servizio di assistenza specialistica, a carattere istituzionale e di interesse pubblico, trova realizzazione nel contesto scolastico e formativo, attraverso attività che vanno ad integrare funzioni e compiti che la stessa scuola persegue. Il servizio viene svolto nelle scuole materne, elementari e medie di Comiso.

Nello specifico le attività della Cooperativa, si concretizzano in interventi di operatori specialistici, entro un coordinamento e organizzazione funzionale di tutte le risorse.

L’assistente all’autonomia e alla comunicazione personale integra la propria attività a quella di altre figure (docenti curriculari, insegnanti di sostegno e personale ATA), non sovrapponendo compiti e funzioni ma valorizzando i diversi ambiti di competenza.

Il servizio di assistenza specialistica si realizza attraverso interventi i cui obiettivi si definiscono e si differenziano sulla base delle peculiarità di ciascun caso, finalizzati alla promozione di una cultura dell’inclusione di tutta la scuola.

Sottolineamo che la Cooperativa non promuove una presenza dell’operatore accanto allo studente nell’ottica della copertura di ore di permanenza a scuola. Anche là dove le autonomie del soggetto sono molto limitate dalla patologia, fuori da un’ottica assistenzialistica, il nostro operatore svolge un’azione che concorre, insieme a quella di altri, all’integrazione ai processi del contesto scolastico, alla qualità del progetto di vita dello studente e alla qualità della relazione tra la scuola e l’alunno.

In questi anni la Cooperativa ha verificato che l’assistenza specialistica può e deve rispondere sempre meglio alle esigenze di sviluppo del contesto formativo, con l’attenzione ai percorsi individualizzati degli alunni con disabilità.

Per alcuni studenti, i cui livelli di autonomia entro il contesto scolastico sono critici, promuoviamo una mediazione per comunicare e attivare processi di scambio e condivisione.

Per altre situazioni in cui lo studente ha raggiunto competenze a convivere con le regole scolastiche e in cui il contesto sa rispondere meglio alle esigenze dell’alunno, l’assistente opera monitorando i processi di relazione nei gruppi e attivando strategie per prevenire eventi critici, supportando la scuola e il corpo docente nella programmazione individualizzata.

Nella realizzazione del servizio, la cooperativa si pone come fine ultimo tutte quelle attività d’integrazione, in grado di sviluppare e rafforzare le competenze cognitive e relazionali dei singoli, oltre che il senso di responsabilità del gruppo, valorizzando la funzione educativa di relazioni efficaci tra pari e facendo della classe stessa una risorsa per l'apprendimento, uno strumento di crescita e di cambiamento.

 

Il servizio di assistenza specialistica, a carattere istituzionale e di interesse pubblico, trova realizzazione nel contesto scolastico e formatLe cure domiciliari prestate dalla nostra Cooperativa consistono in trattamenti di igiene e cura della persona, assistenza infermieristica e riabilitativa, assistenza domestica, prestati da personale qualificato finalizzati alla cura e all'assistenza di ammalati non autosufficienti, o a rischio di non autosufficienza, le cui condizioni siano trattabili a domicilio e con un valido supporto familiare.

Il servizio di cure domiciliari è erogato da una equipe di operatori sanitari e sociali in favore di persone con gravi patologie cronico - degenerative, dimessi da strutture sanitarie o residenziali, portatori di gravi disabilità. I principali obiettivi dell'assistenza domiciliare sono orientati alla soddisfazione di bisogni plurimi correlati ad una condizione di non autosufficienza parziale o totale, attraverso la continuità e l'integrazione assistenziale, con particolare attenzione alla qualità di vita del paziente, perseguita attraverso il mantenimento del suo abituale ambiente di vita e delle sue relazioni significative.